La pappa dei cuccioli


Un micino di cinque o sei settimane è un piccolo guerriero che ha davanti a sé tutta la vita e il mondo intero da scoprire. Gran bell’impegno! Per aiutarli a crescere forti dobbiamo assicurargli una dieta sana ed equilibrata, soprattutto nel corso del loro primo anno di vita.

 

La pappa dei cuccioli: quando sono piccoli

Una volta completato lo svezzamento, vale a dire il passaggio dal latte materno al cibo solido, che avviene solitamente tra la quinta e la settima settimana, il micino deve cominciare a imparare a relazionarsi con quella che per il resto della sua vita sarà la sua pappa. Si tratta di un momento assai importante, in cui un passo sbagliato può avere conseguenze serie anche sulla salute psicologica dell’animale. Le prime pappe possono essere somministrate mischiando un po’ di cibo solida (quello industriale per gattini in crescita va benissimo) con un po’ di acqua calda o latte. Dopo il cinquantesimo giorno potremo passare al solo preparato per cuccioli (a base di carne o pesce) accompagnato a riso stracotto. Il numero dei pasti diminuirà progressivamente dai quattro/cinque del secondo mese ai quattro del terzo, fino a raggiungere i due del quinto mese.

La pappa dei cuccioli: dopo i quattro mesi

Dopo la comparsa della dentatura permanente, il fabbisogno giornaliero del piccolo resterà invariato fino al compimento del primo compleanno. Dovremo quindi agire solo sulla quantità di cibo che gli somministreremo due volte al giorno, aumentandola progressivamente in base all’aumento del suo peso. Inutile rischiare cercando di preparare cibi in casa con la convinzione che siano più sani, oggi il mercato dell’alimentazione industriale per animali offre una vasta gamma di prodotti pensati proprio per questa particolare fase della loro vita. Oltretutto, somministrandogli cibo preconfezionato, avremo la certezza di dargli tutte le sostanze di cui necessita nel giusto equilibrio. Leggete con attenzione la quantità adatta al vostro micio che solitamente è riportata sull’etichetta e non dimenticate di chiedere conferma la veterinario.

La pappa dei cuccioli: umido, secco e acqua

È bene abituare subito il micino a una dieta che comprenda cibo umido e secco. Le scatolette di carne contengono in media l’80% di acqua e vanno somministrate in razioni da circa 300/400 grammi al giorno. Interpellate il vostro veterinario per sapere quale marca è più indicata al vostro piccolo leoncino. Il cibo secco ha i suoi vantaggi pratici: può essere somministrato ovunque senza sporcare, non va tenuto in frigo, contiene sostanze nutritive concentrate, ne serve meno ed è molto più economico. Inoltre, aiuta i dentini di Micio a restare puliti e crescere forti. Mai superare la quantità consigliata sulla confezione. Assolutamente da sfatare la credenza che vuole le diete a base di cibi secchi tra le cause dei calcoli urinari.
La pappa è la pappa, ma l’acqua è fondamentale. Indipendentemente dalla dieta che segue il gattino, umida o secca, dobbiamo far sì che non gli manchi mai l’acqua fresca.

La pappa dei cuccioli: questione di peso

La crescita sana e regolare del micino va tenuta sempre sotto controllo. Un buon metodo per capire se tutto procede per il migliore dei modi è controllare il suo peso. Nelle prime settimane l’incremento giornaliero medio è stimato intorno ai 10-30 grammi al giorno (molto dipende dalla razza e dalla taglia). È fondamentale controllare il peso del micino sempre nello stesso momento della giornata. Prima dello svezzamento un micino deve essere pesato giornalmente per assicurarsi che non vi siano squilibri, ma a partire dal secondo mese può essere pesato solo una volta alla settimana o anche ogni quindici giorni.
La pappa è la pappa, ma l’acqua è fondamentale. Indipendentemente dalla dieta che segue il gattino, umida o secca, dobbiamo far sì che non gli manchi mai l’acqua fresca.

La pappa dei cuccioli: quanto devono mangiare

Peso corporeo                           Cibo                     Acqua
0,5 kg                                         70 g                      30 ml
1 kg                                          100 g                       70 ml
1,5 kg                                       150 g                      90 ml

La pappa dei cuccioli: la dieta ideale

Per assimilare nelle giuste quantità le sostanze che gli servono per crescere, un micino dovrebbe trovare nella propria ciotola (sempre la stessa, in alluminio, pulita e sempre nello stesso posto, lontana da spifferi e fonti di cattivi odori) una razione formata al 50% di carne bovina o bianca, cotta, tagliata a pezzettini, cruda o appena scottata, al 25% di riso o pasta ben cotti e ben scolati e al restante 25% di verdure (ottime carote, zucchine e insalate verdi).

Inoltre, bisogna accertarsi che la carne contenga la giusta quantità di taurina, una sostanza assolutamente necessaria al gatto, la cui mancanza, soprattutto durante la crescita del primo anno, può portare a problemi gravi di salute.

Un cucchiaino d’olio d’oliva ogni tanto non può fargli che bene.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!