Il Comune di Milano è stato risarcito per essersi preso cura di un cane abbandonato


Comune di Milano: parte civile in un processo penale per l’abbandono di un cane

Un caso davvero mai visto prima d’ora. Il Comune di Milano si è costituito parte civile in un processo penale per l’abbandono di un cane lupo cecoslovacco, Randall. Il cane era stato trovato dai vicini, all’interno di un abitazione in condizioni pessime e non adeguate alle sue necessità: niente acqua e cibo, costretto a vivere tra i suoi escrementi.

Risarcito il Comune di Milano per le cure del cane abbandonato

Da quel momento l’amministrazione comunale e l’Ufficio tutela animali hanno preso in custodia il cane sequestrato dandogli tutte le cure necessarie al suo sostenimento e si sono costituite  parte civile nel processo. L’amministrazione comunale si è presa carico di tutte le spese di cura e, vista la situazione in cui il cane era stato costretto a vivere, per i mesi successivi ha ritenuto necessario avviare l’animale a un processo di rieducazione al rapporto tra uomini e cane.

Questo è il primo caso, a Milano, in cui il Tribunale ha destinato un risarcimento al Comune che si è preso cura del povero Randall abbandonato a quello che inizialmente sembrava un triste destino. Si tratta di un precedente importante: se la sentenza verrà ripresa in altre occasioni, i comuni che investono risorse per salvare i cani maltrattati si vedranno rimborsati da chi ha causato il problema.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!