Bloodhound Chien de Saint-Ubert


Perfetto cane da seguita, è stato impiegato con successo soprattutto dalla polizia americana per rintracciare gli evasi che si erano allontanati anche da diversi giorni.

Cosa fa meglio

E’ perfetto come cane da seguita. Per il resto non trova ampi impieghi.

Malattie frequenti

Oltre alle classiche patologie dei cani di grossa taglia, è da sottolineare il fatto che vada spesso incontro a dilatazione-torsione gastrica, una patologia data dal rigonfiamento improvviso dello stomaco che, proprio per questo, tende a girare sul proprio asse provocando di frequente la morte del soggetto .

Cuccioli

Essendo un cane di grossa taglia, bisogna prestare attenzione al periodo dello sviluppo ed evitare che faccia troppi sforzi (es. saltare giù dall’auto) almeno fino a quando l’apprato muscolo-scheletrico non si è stabilizzato.

Caratteristiche

  • Taglia: Grande
  • Pelo: Corto
  • Colori: Nero e focato, color fuoco uniforme, bruno e focato.
  • Costo nutrizione: Alto
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Normale

Origine

Il nome ufficiale di Saint Hubert gli deriva dall’abbazia che l’ha visto nascere nell’VIII secolo, situata nelle Ardenne del Belgio. Il Bloodhound sarebbe il discendente del segugio gallico, che si dice fosse già caratterizzato dalla tipica espressione un po’ malinconica. Offerto dai monaci ai re di Francia, divenne il signore delle mute reali dal XII secolo alla fine del XVI secolo. Venne in seguito messo da parte ma ritrovò la popolarità che gli spetta in Gran Bretagna.

Carattere

È un cane sostanzialmente tranquillo, tenero col padrone e “sereno”. È dotato di un fiuto eccezionale, tanto che molti esemplari sono ad esempio utilizzati dalla polizia americana per la ricerca di sostanze stupefacenti o per la ricerca in superficie di persone scomparse o criminali. Risulta inoltre piuttosto ingordo: attenzione dunque all’alimentazione, anche perché va frequentemente soggetto a dilatazione-torsione gastrica, patologia spesso mortale.

Il Bloodhound è una delle razze a cui bisogna fare la massima attenzione nel somministrare il cibo. La maggior parte di questi cani muore infatti per la dilatazione-torsione gastrica. Pertanto è bene suddividere il volume del pasto in piccoli pasti leggeri e soprattutto non farlo muovere troppo subito dopo avergli dato la pappa.
Per il mantello sarà sufficiente usare la spazzola e il guanto.
Nome originale:
Chien des Ardennes
Nazione:
Belgio
Altezza garrese Maschio max:
67.0
Altezza garrese Maschio min:
60.0
Altezza garrese Femmina max:
67.0
Altezza garrese Femmina min:
60.0
Peso Maschio max:
5.0
Peso Maschio min:
4.0
Peso Femmina max:
5.0
Peso Femmina min:
4.0
Club Razza:

Mantello:
Corto e abbastanza duro sul tronco, ma dolce e sericeo sulle orecchie e sul cranio.
Coda:
Portata elegantemente incurvata, al di sopra della linea dorsale, ma non sopra o a trombetta.
Caratteristiche:
Il suo corpo pesante fa di lui il più grande dei cani da muta. La testa è lunga, incavata sulle guance e sotto gli occhi, con orecchie lunghe e attaccate basse. La pelle si increspa sulla fronte e sulle guance, e le labbra sono molto lunghe. Tutto ciò gli conferisce un’aria un po’ da clown triste. Il pelo è infine corto e piuttosto duro.
Standard:

Cane di media-grande taglia, mesomorfo dolicocefalo. Classificato morfologicamente come tipo Braccoide. Cane pesante e piuttosto massiccio. Ha un’andatura lenta e imponente. La sua testa rappresenta uno dei punti più caratteristici della razza. È un cane di solida costruzione. Ha gli arti ben muscolosi e forti. Molto ben proporzionato il tronco, rispetto alla testa e agli arti.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

>

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *