Border Collie


Nata per la pastorizia, in Italia la razza ha iniziato a diventare popolare a partire dagli ultimi anni Ottanta, con il diffondersi anche nel nostro Paese della disciplina dell’Agility Dog. Buon cane da compagnia, il Border Collie è soprattutto apprezzato da chi vuole fare sport cinofili come appunto l’Agility, ma anche il Flyball, il Free Style e l’Obedience.

Cosa fa meglio

Intelligentissimo, affettuoso e pronto a qualsiasi sforzo pur di far felice il padrone, risulta un compagno straordinario per la famiglia e chiunque ami una vita attiva e sportiva.

Malattie frequenti

Nessuna di rilievo.

Cuccioli

Il Border Collie nutre per il padrone un affetto smisurato e ha la tendenza a leggerne le espressioni e gli atteggiamenti in modo da saperne sempre le intenzioni. Se instaureremo il giusto rapporto con il nostro Border Collie, capiterà spesso che intuisca i nostri comandi prima ancora che possiamo esprimerli. Saprà essere tranquillo quando abbiamo bisogno di relax e vivace quando vogliamo giocare con lui, pieno di attenzioni con i bambini e delicato e sensibile con gli anziani, discreto in casa ed esuberante quando lasciato libero. Tanto amore e desiderio di accontentare il padrone vanno ricambiati con affetto e attenzioni, senza nervosismi. Il Border Collie è un cane che non può essere trascurato né tanto meno trattato con metodi bruschi. Sin da cucciolo dovrà essere ben integrato nell’ambiente familiare.

Caratteristiche

  • Taglia: Media
  • Pelo: Lungo
  • Colori: Sono ammessi tutti i colori. Il bianco non deve predominare.
  • Costo nutrizione: Medio
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Molto

Origine

Pur avendo antichissime origini, tanto che molti lo ritengono l’antenato di tutte le razze da pastore scozzesi, il Border Collie è stato riconosciuto dal Kennel Club inglese e subito dopo dalla F.C.I. solo nel 1982, dopo che nel 1977 era stato depositato dal Club di razza inglese lo standard. Il Border Collie prende il nome dalla regione tra Inghilterra e Scozia chiamata “Border”, ossa “il confine” dove si ritiene la razza sia nata (più precisamente nella città di Carlisle) mentre la parola Collie per alcuni deriva dal gallese “Coelius”, ossia “fedele”, per altri da “Coley”, che vuol dire “nero” e per altri ancora da “Colley”, che è il nome di una razza di pecore. Comunque sia, ci troviamo di fronte a uno dei più antichi tipi di cane da pastore esistenti. Un’ipotesi affascinante sostiene che la razza sia giunta in Scozia al seguito del popolo dei Vichinghi che l’invasero portando con loro i cani per la conduzione e custodia delle renne, ma non ci sono prove certe di questa tesi. Rimane il fatto che il carattere del Border Collie si è formato in secoli di duro lavoro e ha portato alla meravigliosa razza che oggi conosciamo e che nel nostro Paese è stata resa popolare e richiesta grazie alla partecipazione a spot pubblicitari, film e telefilm.

Carattere

Il Border Collie è un tipico cane da pastore, che possiede doti straordinarie di resistenza nel lavoro, obbedienza e docilità che lo rendono non solo un campione nella sua storica attività, ma anche utilizzabile nei più disparati compiti e lavori. Il grande attaccamento al padrone porta il Border Collie a impegnarsi al meglio nel suo lavoro pur di fargli piacere, seguendo con lo sguardo attento e penetrante ogni minimo gesto dell’uomo e arrivando perfino ad anticipare gli ordini interpretando i minimi movimenti del suo corpo e del suo volto con strabiliante precisione. L’intelligenza è vivissima, tanto che molti studiosi lo ritengono uno dei cani più intelligenti che esistano. Questo, insieme alla flessuosità del corpo e all’incredibile agilità, fa di lui uno dei più frequenti vincitori nelle gare di Obedience e di Agility, nelle quali ormai da anni primeggia nella sua categoria di taglia. Il Border Collie ha fornito ottime prove anche nelle squadre della Protezione Civile, per la ricerca delle persone disperse  o sepolte e nella Pet Therapy. L’unica cosa che questo cane non sa fare è vivere un’esistenza pigra e priva di stimoli. Risulta quindi consigliabile soprattutto a chi ama lo sport e l’attività fisica e ha tempo per praticarli con il suo cane.

I Border Collie sono degli atleti nati e come tali devono seguire un’alimentazione equilibrata. L’ideale sono  cibi specifici, somministrati in quantità proporzionale allo stile di vita del cane (più è sedentario, più dovremo tener leggera la sua dieta). È molto importante che il cane abbia un’alimentazione adatta alla sua età oltre che al suo stile di vita. Un cucciolo infatti ha bisogno di un nutrimento diverso da quello di un adulto, che a sua volta ha esigenze differenti da quelle di un cane anziano. Non diamo se possibile da mangiare al cane in un’unica soluzione ma suddividiamo la sua razione giornaliera (che va stabilita con il veterinario in modo da evitare problemi di peso) in almeno due pasti al giorno o meglio ancora tre. Il cibo andrebbe somministrato a orari regolari, uguali tutti i giorni. Il nostro cane deve avere sempre a disposizione acqua fresca nella ciotola, in particolare nella stagione calda ma anche durante l’inverno. Il peso va tenuto sotto controllo regolarmente. Quando spazzoliamo e accarezziamo il nostro cane verifichiamo che la pancia non sia troppo grossa e che si sentano le costole palpandola. Se il nostro amico ci sembra soprappeso, non esitiamo a portarlo dal veterinario e a decidere con lui una strategia alimentare e un regime di moto che gli permettano di riconquistare il giusto peso. Essere troppo pesante è infatti un rischio per il cane, non solo dal punto di vista della salute ma anche da quello del carattere, perché lo porta ad avere una vita meno attiva e stimolante.
Il Border Collie non ha particolari esigenze fisiche: è sano, molto rustico e robusto, praticamente insensibile alle intemperie, capace sia di vivere in un giardino, in una cuccia all’aperto, sia di stare in casa senza dare il minimo fastidio. La sua esigenza primaria è quella di stare il più possibile vicino al padrone, a contatto con i membri della famiglia, con i bambini, con le persone che ama. Molto importante per il Border Collie è il movimento, che deve essere abbondante, regolare e costante. La soluzione ideale può essere quella di fare qualche attività con lui. Potremmo iscriverci nelle squadre della Protezione Civile, partecipare a gare di Agility o di Obedience oppure ancora entrare nelle competizioni di conduzione del gregge, che cominciano a svolgersi anche da noi. Andrà bene qualsiasi cosa che richieda l’utilizzo dell’intelligenza, che ne sarà rafforzata, e una considerevole quantità di moto, che servirà a mantenere in forma il fisico e a scaricare l’energia nervosa. Se non manterremo attivo il nostro Border Collie in breve tempo diverrà pigro e apatico e tenderà a ingrassare perdendo ancor più lo splendido carattere. Se fatto muovere adeguatamente e nutrito con criterio il Border Collie vivrà in perfetta salute anche 15 e più anni. Come per tutte le razze sono fondamentali le vaccinazioni annuali, oltre a regolari protezioni antiparassitarie (anche i cani che vivono in un ambiente pulito e casalingo possono essere attaccati dai parassiti!) e contro la Filariosi Cardio Polmonare.
Nome originale:
Border Collie
Nazione:
Gran Bretagna
Altezza garrese Maschio max:
55.0
Altezza garrese Maschio min:
50.0
Altezza garrese Femmina max:
52.0
Altezza garrese Femmina min:
47.0
Peso Maschio max:

Peso Maschio min:

Peso Femmina max:

Peso Femmina min:

Club Razza:
Border Collie Club
Mantello:
Può essere moderatamente lungo o corto. In entrambe le varietà il pelo di copertura è fitto e di media consistenza, mentre il sotopelo è morbido.
Coda:
Moderatamente lunga. Attaccata bassa, ricca di pelo, termina con una curva verso l’alto. L’ultima vertebra deve raggiungere almeno il garretto. La coda può essere sollevata quando il cane è in azione ma non deve mai essere portata sulla schiena.
Caratteristiche:
Ben proporzionato, con un profilo elegante, armonioso ed equilibrato ma nello stesso tempo dotato di una struttura è abbastanza forte da dare un’impressione di resistenza. Di temperamento vivace, attento, ricettivo e intelligente. Non deve essere diffidente né aggressivo.
Standard:

Origine: Gran Bretagna.

Aspetto generale: ben proporzionato, con un profilo elegante, armonioso ed equilibrato ma nello stesso tempo dotato di una struttura è abbastanza forte da dare un’impressione di resistenza.

Comportamento: cane da pastore tenace, lavoratore e molto docile. Di temperamento vivace, attento, ricettivo e intelligente. Non deve essere diffidente né aggressivo.

Testa: Cranio: abbastanza largo. L’occipite non è pronunciato. Stop: ben marcato ma non brusco.

Tartufo: nero, tranne per i soggetti con mantello marrone (cioccolato) nei quali può essere bruno e in quelli blu, in cui deve essere di color ardesia. Le narici sono ben sviluppate.

Muso: si assottiglia all’estremità ed è abbastanza corto e forte. La canna nasale è lunga all’incirca come il cranio.

Dentatura: i denti e le mascelle sono forti. La chiusura della bocca è a forbice.

Guance: non sono né piene né arrotondate.

Occhi: ben distanziati, di forma ovale, di grandezza media e di colore bruno. Per i soggetti merle (misto di colori sui toni del grigio e del fulvo) è ammesso che uno o entrambi gli occhi siano blu, in parte o completamente. L’espressione è vivace, attenta e intelligente.

Orecchie: di dimensioni medie e ben distanziate, sono portate diritte o semi erette.

Tronco: di aspetto atletico e di lunghezza leggermente superiore all’altezza al garrese.

Costole: ben cerchiate.

Torace: ben disceso e piuttosto largo.

Rene: disceso e muscoloso.

Addome: non risale al livello del rene.

Arti anteriori: visti di fronte, sono paralleli. Di profilo, i metacarpi sono leggermente obliqui. L’ossatura è forte ma non pesante.

Spalle: ben inclinate.

Gomiti: stretti contro il corpo.

Arti posteriori: il posteriore è largo e muscoloso. Il suo profilo discende aggraziatamente verso l’attaccatura della coda. Dal garretto al piede gli arti devono avere una buona ossatura e, visti da dietro, devono risultare paralleli.

Cosce: lunghe, larghe e muscolose.

Ginocchia: ben angolate.

Garretti: forti e ben discesi.

Piedi: di forma ovale, con polpastrelli spessi e forti. Le dita devono essere arcuate e chiuse e avere unghie corte e forti.

Coda: moderatamente lunga. Attaccata bassa, ricca di pelo, termina con una curva verso l’alto. L’ultima vertebra deve raggiungere almeno il garretto. La coda può essere sollevata quando il cane è in azione ma non deve mai essere portata sulla schiena.

Mantello: ci sono due varietà di pelo: moderatamente lungo e corto. In entrambi è fitto con sottopelo morbido e compatto. Nella varietà a pelo mediamente lungo sono presenti una criniera, dei pantaloni e una coda da volpe.

Colore: sono ammessi tutti i colori. Il bianco non deve mai dominare.

Altezza al garrese: ideale nei maschi 53 centimetri, minore nelle femmine.

Andatura: sciolta, regolare e agile. Può essere molto veloce.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *