Salvato cane trovato in un fosso legato con del nastro adesivo


Un cane trovato in un fosso legato con del nastro adesivo: salvato dalle Autorità

Un cane trovato in un fosso legato con del nastro adesivo. A ritrovarlo è stato il vice sceriffo della contea di Jefferson nel Missouri. Il cane, soprannominato Jimmy, è stato soccorso e portato immediatamente dal veterinario. Jimmy era malnutrito e poteva aver subito una commozione cerebrale. Grazie a un’impronta digitale sul nastro le autorità sono risalite a un uomo di nome Paul Garcia, 39 anni, colpevole dell’orribile gesto. Tuttavia non si conoscono le ragioni per cui quell’uomo fosse in possesso di Jimmy considerando che non ne era proprietario.

Il cane si è quasi del tutto ripreso: ritrovato il vero proprietario

I veterinari che lo hanno preso in cura hanno fatto sapere che miracolosamente il cane si è quasi del tutto ripreso: è tornato ad essere sereno. Nel frattempo il proprietario di Jimmy è stato trovato e ha rivelato che il suo vero nome è “Flick”. Una storia a lieto fine per Flick che ha riabbracciato la sua famiglia, ma anche una storia di giustizia: Garcia è stato accusato di abusi sugli animali e atti criminali armati. È detenuto nella prigione di Jefferson County ed è stata fissata una cauzione in contanti di 50.000 dollari.

Questo ci fa ben sperare che non uscirà di prigione facilmente fino al processo. E con le sue impronte digitali sul nastro adesivo…

Immagine in evidenza e fonte via 6abc.com

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!