Sardegna: ucciso Fulmine, il cane mascotte della Polizia penitenziaria


Fulmine il cane mascotte della Polizia penitenziaria è stato investito

Fulmine era il cane mascotte della Polizia penitenziaria del carcere di alta sicurezza di Nuchis, in provincia di Olbia-Tempio in Sardegna. Il cane era stato trovato abbandonato e legato a un guardrail da un agente che lo aveva salvato e curato. Fulmine è stato adottato dalla Polizia penitenziaria nel 2014, era stato microchippato e diventato in pochissimo tempo la mascotte amata da tutti. Considerato un cane buonissimo , che non ha mai fatto del male a nessuno, viveva nel cortile carcere.

Fulmine è stato ucciso da un corriere espresso

Fulmine è stato ucciso investito da un corriere espresso all’interno del cortile del carcere, senza alcun motivo. Ciò che emerge dalle telecamere è che il gesto è stato volontario e l’uomo si è avventato con il furgone sul povero Fulmine con lo scopo di colpirlo, e così è stato perché oggi Fulmine non c’è più.

L’uomo è stato denunciato dalla “famiglia” del povero cane: la Polizia penitenziaria. Per l’imputato è stato aperto un fascicolo penale e speriamo che questa volta la pena sia adeguata al terribile gesto di crudeltà gratuita e che giustizia sia fatta per il povero Fulmine dal cuore buono e gentile.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!