Estate e cani: divertiamoci senza rischi


cane

Siamo ormai nel pieno dell’estate e per i nostri amici a quattro zampe questo può rappresentare un notevole problema. Infatti, la conformazione fisica dei cani li rende particolarmente vulnerabili al calore. Da un lato, i cani non sudano: questo significa che non riescono a raffreddare efficacemente la loro superficie corporea. D’altra parte, il loro naso si trova molto vicino al suolo, che tende a raggiungere temperature molto elevate riscaldando a sua volta l’aria che il cane respira.

A ciò si aggiunge il fatto che molte razze canine hanno una canna nasale corta o inesistente e questo le porta ad avere affanni e difficoltà respiratorie in caso di afa. A fronte di ciò, potrebbero essere utili alcuni esempi di attività da evitare e quindi di valide alternative per trascorrere serenamente la bella stagione con i nostri amici pelosi.

Cosa non si deve fare:
  • Anche se andare in bici con i cani al guinzaglio può sembrare divertente, il calore del sole sommato quello dell’asfalto e a quello dell’organismo sotto sforzo può creare un “effetto pentola a pressione”, potenzialmente pericoloso anche per il più forte degli organismi. Dunque, meglio evitare questa attività, anche a sole tramontato!
  • Meglio evitare di giocare con la pallina se la temperatura è alta: lo sforzo del movimento continuo potrebbe far surriscaldare il cane velocemente.
  • Anche le passeggiate in spiaggia sono da evitare nelle ore più calde; i polpastrelli dei cani sono sensibili alla spiaggia bollente e fanno da conduttori per la trasmissione del calore tra terreno e corpo esponendo il cane a colpi di calore.
  • Un altro rischio può derivare da “lotte” e giochi con altri cani, soprattutto nelle ore diurne e nei luoghi assolati.
  • Per quanto riguarda i pasti, è bene non nutrire i nostri cani in maniera troppo abbondante e concentrando tutto in una singola razione, soprattutto se sono di taglia piccola e/o troppo vivaci. Questo, sommato al caldo, potrebbe complicare la digestione della pappa, che comunque non dovrebbe essere tenuta nella ciotola per più di qualche minuto per evitare il deterioramento.
  • No all’attività fisica dopo ai pasti, specialmente in estate ma anche nelle altre stagioni.
  • Se i cani vivono all’aperto bisognerà assicurarsi che abbiano sempre acqua e ombra. Inoltre, è meglio non usare cucce in materiale non refrattario al calore o non isolate perché potrebbero trasformarsi in veri e propri forni.
  • Non è una buona idea rasare il cane “a pelle”, in quanto il pelo aiuta i nostri amici a proteggersi dal caldo (oltre che dal freddo). Invece, è utile aiutarli ad eliminare il sottopelo invernale, qualora lo possiedano, attraverso quotidiane spazzolate.
  • Attenzione al colore del mantello! I cani neri si riscaldano molto più velocemente.
  • Ultimo ma non per importanza, non lasciare mai il cane in auto, neanche con i finestrini aperti. Questo irresponsabile comportamento potrebbe costare “il pelo” al nostro animale.

spiagge libere per cani

Cosa si consiglia di fare:
  • Preferire una bella corsetta insieme a un giro in bici, meglio se nelle prime ore del mattino. Il cane si affaticherà di meno ma si tonificherà ugualmente. Tornati a casa, riceverà il pasto del mattino (ma solo dopo che avrà smesso di ansimare).
  • Giocare alla “caccia al tesoro“: il nostro Fido ama ricercare oggetti nascosti nel prato e questa attività lo stancherà molto dal punto di vista mentale, tenendolo appagato per lunghe ore, ma molto meno dal punto fisico. Un gioco adatto alla stagione più calda, ma non nelle ore più calde.
  • Lasciare nuotare libero il nostro cane o farlo correre sul bagnasciuga. In questo modo eviteremo che si surriscaldi e lo terremo in forma e felice. Naturalmente, sarà necessario sciacquarlo bene qualora sia stato in mare, per evitare che si accumulino sale e sabbia.
  • Buone notizie per i pelosi in montagna: nelle passeggiate nei boschi potranno scatenarsi in tranquillità, senza pericolo di surriscaldamento. Per evitare spiacevoli incidenti però, è sempre bene informarsi sulla presenza di eventuali animali selvatici che, durante il periodo estivo, sono spesso accompagnati dalle cucciolate.
  • Niente paura per chi rimane a casa! Con una bacinella in plastica dura riempita d’acqua i nostri amici troveranno subito refrigerio, accoccolandocisi dentro beati.
  • Obbligo di aria condizionata in auto per chi possiede cani, in modo da mantenere l’abitacolo in condizioni climatiche ideali durante i viaggi. Per chi non ne è dotato può essere utile collocare un ventilatore a pile per smuovere l’aria vicino all’animale, facendo frequenti soste per bere e rinfrescargli pancia, muso e zampe con acqua fresca.
  • Ridurre le porzioni dei pasti può essere utile per adeguare l’alimentazione alla minor attività fisica. Comunque, è sempre meglio consultare un veterinario per capire se possa essere la scelta migliore.

 

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!