Cani strani: 7 razze poco conosciute


cani strani

Ci sono più di 350 razze di cani, alcune delle quali poco conosciute al punto da farci esclamare “che cani strani!”. Senza dimenticarci che i canili sono pieni di “principi azzurri” e “cenerentole” che non aspettano altro di avere una famiglia e una casa calda, e che spesso sono unici e irripetibili (leggi anche il bel libro delle veterinaria Elena Garon, “Piacere di conoscerti” – Tea), vediamo alcuni tipi di cani strani e rari!

Cani strani: 7 razze poco conosciute

Ci sono infatti razze di cani sparse nel mondo curiose per l’aspetto fisico o per una caratteristica comportamentale o un’attitudine. In ogni caso è sempre bene scegliere una razza di cane che si adatti al proprio stile di vita. Quindi, studia bene le sue attitudini, le sue abitudini e dimensioni. E preparati a sentirti chiedere: “Ma che razza è?”, perché sicuramente te lo chiederanno in tanti. Ma ecco 7 razze di cani particolari.

1. Tibetan terrier

Il Tibetan Terrier come suggerisce il nome, è un cane insolito originario del Tibet, dove veniva allevato dai monaci, da qui l’appellativo di “cane sacro”. Non ha le caratteristiche tipiche dei terrier, ma veniva utilizzato come cane da compagnia e spesso come regalo per persone di alto rango. Taglia medio-piccola, robusto e inscritto nel quadrato, ha un mantello con pelo lungo, orecchie pendenti e coda portata sul corpo. Molto vivace, energico ed entusiasta, è in grado di fare la guardia in casa nonostante la mole contenuta. Difficilmente violento o aggressivo con i simili, capace di adattarsi alle esigenze del padrone ma piuttosto schivo verso gli estranei.

cani strani

2. Icelandic Dog

Questo cane è stato portato in Islanda dai Vichinghi tra il settimo e ottavo secolo, come cane da pastore. Nel 1500 si diffuse molto tra gli uomini della Chiesa e nell’alta borghesia inglese. Si tratta di uno spitz nordico di taglia medio piccola, più lungo che alto, occhi a mandorla e orecchie erette con punte un po’ arrotondate. La coda è alta, arrotolata sulla schiena. Il mantello, doppio e impermeabile si presenta in due varietà: pelo corto di media lunghezza con sottopelo morbido oppure con pelo lungo e sottopelo morbido e fitto. I colori possono essere diversi, ma solo uno predominante e sempre accompagnato dal bianco. Cane forte e agile, molto attivo e dinamico, ha una certa tendenza ad abbaiare. Allegro, curioso, obbediente e socievole con i suoi simili e con le persone. Ideale per discipline come Agility e Obedience (da Wikipedia).

cani strani

3. Lapinkoira

Cane di origini finniche, viene tuttora usato dai lapponi per la cura delle renne. Anticamente vi erano due varietà della stessa razza, una a pelo corto e una a pelo lungo, poi sono state distinte in due razze specifiche: il Lapinporokorira a pelo corto (usato per spostare le mandrie) e il Lapinkoira a pelo lungo, usato per fare la guardia alle renne di notte. Cane di taglia media, è leggermente più lungo che alto. Testa grossa, stop ben definito e orecchie portate erette o semierette. Coda inserita alta dal pelo lungo e fitto; in movimento è portata sulla schiena o di lato. Mantello dal pelo abbondante con sottopelo soffice e denso. Cane molto intelligente e affettuoso, dolce e allegro, è molto paziente con i bambini. Difficilmente mostra aggressività, ma ha bisogno di esercizio fisico quotidiano, quindi non è adatto ai pigri o chi ha poco tempo.

4. Schapendoes

Lo Schapendoes è simile nell’aspetto ad altri cani da pastore europei ed era diffuso nei Paesi Bassi dove veniva utilizzato per la pastorizia. La razza ha rischiato di estinguersi ma dopo la Seconda Guerra Mondiale il cinofilo P.M.C. Toepoel l’ha recuperata grazie a una seria selezione. Cane dalla costituzione leggera, ossa fini e testa piccola, nonostante l’abbondante pelo possa farla apparire più grande. Orecchie inserite alte ma che cadono liberamente. Mantello dal pelo lungo e fitto con un buon sottopelo, sul muso forma barba e baffi. Buon cane da compagnia, gioca volentieri con i bambini, è estroverso, socievole, allegro e difficilmente aggressivo. Facile da educare per la buona memoria, intelligenza e voglia di apprendere (può sfogare il suo desiderio di lavoro in una disciplina come l’Agility).

5. Podenco Canario

Il Podenco è diffuso in tutto l’arcipelago canario e sembra vi sia arrivato circa 7000 anni fa al seguito dei mercanti egizi o fenici. Veniva a viene ancora utilizzato per la caccia ai conigli sia per il notevole olfatto che gli permette di trovare le prede tra i cespugli, sia per la resistenza fisica, che gli consente di cacciare tutto il giorno senza bisogno di soste. Cane di taglia media, più lungo che alto, snello e agile, orecchie alte portate erette. Coda inserita bassa, è portata pendente o rialzata a falcetto. Pelo corto e liscio con poco o niente sottopelo. Cane molto intelligente, ma anche testardo, dinamico, allegro e socievole, difficilmente aggressivo, ama poco il freddo.

6. Shikoku

Cane di origine giapponese, precisamente dalla prefettura di Kochi. Delle quattro varietà esistenti, una si è estinta e due si sono fuse, quindi ora sono presenti due linee di sangue: Hongawa e Hata. Cane di taglia media, leggermente più lungo che alto, muscolatura ben sviluppata e ossatura robusta. Orecchie triangolari portate erette. Coda inserita alta, spessa e arrotolata sul dorso. Pelo esterno duro e dritto con sottopelo soffice e fitto. È un cane resistente, molto sveglio e buon cacciatore. Ideale guardiano della casa e protettore della famiglia, apprende facilmente anche se non sopporta un’educazione troppo dura. Va curata molto bene la socializzazione perché abbia buoni rapporti con gli estranei.

7. Eurasier

L’Eurasier è una razza selezionata recentemente e nata dall’incrocio di Chow Chow e di Wolfspitz a opera di Julius Wipfel. Taglia media con testa a cuneo, stop appena definito, orecchie triangolari, tenute erette a con punta arrotondata. Coda inserita alta portata appoggiata sul dorso, pelo di media lunghezza con sottopelo fitto. Cane sicuro di sé, tranquillo e di umore costante, attento e sveglio, riservato con gli estranei. Ha preso l’attaccamento al padrone dal Chow Chow e la vitalità del Wolfspitz, e necessita di un’educazione ferma e coerente.

cani strani

 

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!